Visitare Mantova Capitale della cultura 2016

Visitare Mantova Capitale della cultura 2016

Visitare Mantova nel 2016 è un’esperienza da vivere: questo è infatti l’anno in cui la città lombarda è stata eletta capitale italiana della cultura e lo sarà per tutto il 2016. È il primo anno in cui c’è una sola capitale della cultura in Italia, solitamente erano due, e a Mantova è andato anche il premio di 1 milione di euro che aiuteranno la città a rimanere la bandiera simbolo della cultura italiana in tutta Europa e nel  Mondo. 

Ecco perché non si può non pensare di visitare la capitale italiana delle cultura almeno una volta nel 2016. Di seguito riepiloghiamo 10 cose che si potranno vedere durante una visita guidata di Mantova in compagnia di una guida turistica esperta della citta.

  • Il panorama del castello di S. Giorgio: da sempre simbolo della città, il profilo che si scorge arrivando in città dal Ponte di S. Giorgio è unico e imperdibili per tutti coloro che visitano Mantova per la prima volta. 
  • Il Palazzo Ducale: ovviamente non si può venire a Mantova e non vedere la famosa Reggia dei Gonzaga. L’origine è molto antica e tante le stanze che una guida turistica esperta di Mantova potrà portarvi a conoscere. 
  • La camera degli Sposi: una di queste stanze è appunto la Camera degli Sposi realizzata dal Mantegna e che raffigura tutti i principali componenti della famiglia dei Gonzaga. Dopo il terremoto che ha interessato anche l’area mantovana, questo capolavoro è stato chiuso al pubblico per tre anni. Solo nel 2015, ad aprile, la camera è stata riaperta. Le visite sono a numero chiuso, ma grazie all’aiuto di una guida esperta sarà possibile non perdersi la camera degli sposi. 
  • Tutte le piazze del centro storico di Mantova: sono tante, tutte vicine e sicuramente da visitare. Le principali sono: Sordello, Broletto, Erbe e Mantegna. Qui si potranno ammirare palazzi come quello del Podestà o della Ragione. 
  • La Basilica di Sant’Andrea: capolavoro di Leon Battista Alberti è una delle chiese più importanti non solo dal punto di vista artistico ma anche religioso, dato che qui sono custodite le reliquie dei Sacri Vasi che, secondo la tradizione, avrebbero contenuto il sangue di Cristo. 
  • Palazzo Te: è sicuramente uno dei luoghi mantovani più conosciuti e amati non solo dai cittadini di Mantova stessi, ma anche dai tanti visitatori che l’affollano ogni anno. Qui è vivo e presente ancora il genio artistico di Giulio Romano e sono tante le stanze ricche di dipinti, ma anche di tante storie raccontate negli affreschi. 
  • Gli amanti del Valdaro: famosi resti di due amanti che si tengono uniti in un abbraccio carico di amore durato nei millenni. Si tratta di due giovani che vissero e morirono in quest’area nel Neolitico. 
  • Sabbioneta: Mantova non è solo città, ma racchiude preziosi angoli da visitare anche nella provincia. Uno di questi è sicuramente il comune di Sabbioneta nominato patrimonio dell’Unesco insieme al capoluogo mantovano. 
  • Castellaro Lagusello: nominato uno dei borghi più belli d’Italia quest’angolo della provincia mantovana è da visitare soprattutto per la sua ricchezza dal punto di vista naturalistico. 
  • San Martino e Solferino: altri due borghi noti in tutt’Italia soprattutto per le loro importanza dal punto di vista storico.
Mantova è comparsa anche in una puntata di Sereno Variabile che puoi visionare qui

Il 2016 si prospetta ricco di appuntamenti. In questi giorni Mantova ha fatto il pieno di turisti poiché eletta capitale...


Mantova è, tuttavia, molto di più e grazie ad una guida esperta sarà possibile scoprire mille altri punti della città e della provincia che prima non si conoscevano. 

Per contattarci clicca qui




Successivo