Una guida turistica di Malcesine sarà in grado di illustrarvi e accompagnarvi nella visita guidata di questa cittadina che si trova nella parte alta del Lago di Garda, ricca di storia e bellezze naturali. 

Cosa vi mostrerà una guida turistica di Malcesine 

Il borgo storico un tempo era cinto di mura munite di tre porte. Le dimore che si affacciano sulle vie vanno dal medioevo alla rinascenza. La sua posizione strategica la rendeva adatta a intercettare gli insistenti contrabbandi che si svolgevano lunga la direttrice Desenzano, Limone, Torbole e Riva. 
È l’unico paese che non è stato modificato dai moderni lungolaghi e si affaccia ancora all’acqua con il “porto vecchio”.Sulla grande piazza sorge l’elegante costruzione che in età veneta fu sede del Capitano del Lago (ora municipio). Il Palazzo dei Capitani fu edificato nel 1477: varcato l’elegante portone d’accesso si possono scoprire alcuni stemmi dipinti e al secondo piano ospita la biblioteca comunale le cui finestre alla veneziana si affacciano sul lago. Alle sue spalle la funivia risale il Monte Baldo (2.200 m) con una visione panoramica che spazia sull’alto lago e via via sulle montagne trentine. <

Malcesine, la catena e la funivia del Monte Baldo

La catena del Monte Baldo regala però a Malcesine la sua caratteristica più vera e profonda. Nell’estate del 2002 è stata inaugurata la nuova funivia (la prima funivia entrò in funzione nel 1962) con la quale in dieci minuti densi di emozioni è possibile avvicinarsi come mai prima allo spettacolo della natura. Dalla stazione di partenza a quella di arrivo le cabine superano un dislivello di 1800 metri compiendo un tragitto di più di 4 kilometri in pochi minuti. Le cabine sono uniche al mondo poiché ruotano su se stesse di 360° (sono girevoli) mostrando il panorama mozzafiato dominato dalle aquile reali. In cima si trovano poi bar ristoranti e ristori per passare in allegria e in mezzo alla natura una giornata diversa dal solito. 

Il Baldo è percorso da numerosi e ripidi sentieri. La fascia mediterranea (fino ai 700 metri) si caratterizza per la presenza dell’olivo e degli alberi ad alto fusto e anticipa la fascia montana (dai 700 ai 1500 metri) ricca di foreste di faggio, tiglio, abete bianco e carpino e , oltre i 1000 metri, di pascoli e prati sui quali numerosi sono i rifugi e le malghe; la fascia boreale (dai 1500 ai 2000 metri con il pino mugo, le fioriture dei rododendri, dell’erica carnea e della peonia. Oltre i 2000 metri inizia la fascia alpina con una vegetazione rupestre. 

La Malcesine romana e le vie del paese insieme a una guida turistica 

Malcesine è sicuramente stata città romana, di cui si sono trovati dei resti, ma non è rimasto nulla, le diverse incursioni ed attacchi da parte dei Barbari (Franchi soprattutto) non ha lasciato nessuna traccia di questo antico passato. La Malcesine di oggi risale all’epoca medievale. La cinta più esterna è purtroppo scomparsa, integrata oggi nelle facciate delle case dell’antico perimetro cittadino. 
Nei pressi della chiesa parrocchiale di S. Stefano, nata fuori dalle mura, son stati ritrovati capitelli di origine romana, appartenuti forse a un precedente tempio pagano dedicato a Iside (è solo una teoria).

Muoversi per le vie tortuose di Malcesine può non essere cosi semplice: per questo è necessario l'aiuto di una guida turistica esperta del Lago di Garda per visitare queste che sono le principali vie e luoghi da vedere durante una visita guidata di Malcesine. 

Via Boccara, da beccara = beccheria: era zona dove si macellavano gli animali era qui posta vicina le mura. Qui vicino c’era una porta. 
Via Cerche è la via che circonda il paese definendo quasi un cerchio.  

Chiesetta della disciplina detta dei SS Benigno e Caro. Due santi che vissero intorno all’800. Vivevano in un romitorio a 800 metri sul Montebaldo. Erano tenuti in grande considerazione, tanto è vero che furono chiamati per la traslazione delle spoglie di S. Zeno. Vengono festeggiati con una processione il 26 di luglio, che corrisponde a S. Anna. I resti mortali vengono esposti nella parrocchiale in occasione della loro festività. La chiesetta è sorta dentro le mura e perciò sempre utilizzabile anche in caso di assedi. 

Vicolo Pica löf : pica deriva da appendere prendere impiccare, e löf sta per lupo, quindi afferra il lupo. Il vicolo è molto stretto e bisogna piegarsi per passarci. Il nome deriva dal fatto forse che forse qui le bestie feroci che entravano dalla vicina porta attirate dal pesce lasciato a seccare venivano afferrati facendoli transitare attraverso questa viuzza. 

Durante un tour tra le vie di Malcesine sono sicuramente da notare le pietre che sporgono: si tratta dei frammenti della vecchia cinta di mura sostituita dalle facciate delle case. Notare anche i fossili sulle pietre: le rocce delle montagne sul Lago son tutte di natura sedimentaria, si trovavano nel Mare della Tetide. All’ingresso notare la passerella e la controporta austriaca. 

Palazzo del Capitano: nel 1351 Mastino II ottiene dall’imperatore il diritto di controllare e utilizzare il lago per fini non solo militari ma anche fiscali e quindi istituisce qua il Capitaniato del Lago. Il Palazzo fu costruito dagli scaligeri, comprato dai Miniscalchi di Bergamo, rinnovato a fine Quattrocento e dal 1618 il Capitano risiede qua, prima era in castello. Perciò il castello si gira verso il lago, prima guardava verso i monti, ma ora bisogna controllare le navi che si muovono sul lago. Malcesine acquista un valore strategico. Sulla volta dell’atrio di ingresso si riconosce un dipinto, emblema della federazione della Gardesana dell’Acqua: rocca di Malcesine + Leone di S. Marco. In basso gli stemmi di Verona e del capitano del Lago, allora Lodovico Giusti (1669-172) che fece dipingere il medaglione. Nel giardinetto si trovano due vasche che servivano per conservare vivo il pesce e innaffiare gli ortaggi. 

Oltre a queste bellezze da vistare a Malcesine c'è il Castello Scaligero di Malcesine

La visita guidata a Malcesine:

Queste sono solo alcune delle perle di Malcesine che una guida turistica esperta potrà farvi conoscere durante una visita guidata al paese. Per organizzare il tour cliccate qui e contattateci. 

ITINERARI

Visita mezza giornata



Visita intera giornata