Una guida turistica di Sirmione è in grado di condurre qualsiasi tipologia di gruppo in una visita guidata per scoprire cosa vedere a Sirmione. La visita a Sirmione non può non partire da ciò per cui è maggiormente conosciuta:  le Grotte di Catullo e le acque sulfuree
Una visita del piccolo borgo consente di avvicinarsi alla bellezza più vera, che si può apprezzare solo grazie all'aiuto di una guida turistica. Sirmione è fatta di una storia che prende il via in un passato lontano. Se stai programmando una gita o costruendo un percorso turistico, possiamo aiutarti con un tour personalizzato o un pacchetto su misura.

Sirmione, diletta tra le isole e tutte le penisole (Catullo)

Sirmione è la penisola più a sud del lago, come potrà spiegare una guida turistica del Lago di Garda e appartiene alla provincia di Brescia. Unica nel suo genere, è una cittadina densa di storia, di storie e di cultura, oltre che del benessere derivato dalla particolare fonte sulfurea che scaturisce a pochi metri dal borgo, convogliata in un complesso termale noto e apprezzato per le sue proprietà curative.

La bellezza di questi luoghi è stata cantata da molti poeti, fin dall’antichità. La magia di Sirmione attrae ancora oggi migliaia di turisti, su una penisola lunga appena 4 km. La penisola che ospita Sirmione ha davvero una particolare conformazione: lunga e stretta, culmina su tre colline alte appena 90 metri, che ne caratterizzano il paesaggio.

Il nome

Il suo nome ha origini incerte, forse galliche, forse greche, forse dalmate. Di certo, nei secoli, oltre alla bellezza delle sue sponde è stata apprezzata quale luogo strategico di difesa.

Scopri di più...

Punto di partenza della visita di Sirmione è la Rocca Scaligera, di epoca medievale: è il maniero meglio conservato di tutto il Benaco. Essa fa da suggestivo ingresso al borgo di Sirmione, il cui centro si raggiunge attraversando un piccolo ponticciolo in pietra che immette su Piazza Castello, dove si trova la Chiesa di S. Anna, che sull'altare reca l'immagine votiva di una Madonna databile al 1300. Piazza Carducci, salotto del paese, segue la visita, per condurci, di lì a poco, alla Parrocchiale di S. Maria Maggiore, precededuta da un porticato a colonne. All'interno, un'Ultima Cena del pittore veronese Brusasorci, allievo di Paolo Veronese.

Una lieve salita conduce alla Chiesa di S. Salvatore, costruita in epoca longobarda da Ansa, moglie di Desiderio, ultimo re longobardo, di cui ci restano i ruderi.

La passeggiata prosegue poi attraverso il parco pubblico, in cui si sono insediate le Terme di Sirmione. Il Centro Termale (Sorgente Boiola) è noto in tutta Europa per le proprietà benefiche delle sue acque sulfuree (sulfurea-salmobromoidica) e anche Maria Callas, di cui è rimasta l’abitazione, ha potuto apprezzarne i benefici, quando, negli anni ‘50, vi abitò con il marito veronese Giovanni Meneghini, prima di abbandonarlo per Aristotele Onassis. Immersi fra la pace degli ulivi e il canto degli uccelli si raggiunge la medievale Chiesa di San Pietro in Mavino, del IX secolo, forse costruita su un precedente tempio pagano: la chiesa più antica di Sirmione. Infine, dopo aver ammirato il parco del prestigioso Hotel Villa Cortine, 5 stelle lusso, e dopo avere citato il Lido delle Bionde, il cui nome bizzarro trae in inganno, si raggiungerà l'ingresso delle Grotte di Catullo, l'area archeologica più importante di tutta la Lombardia, con la villa romana più grande di tutto il nord Italia.
Qui un video che mostra qualche immagine di Sirmione.

  

Quanto tempo serve per visitare Sirmione?

Una visita grazie all'aiuto di una guida turistica di Sirmione abbraccia in genere una mezza giornata. E’ possibile prolungare la permanenza e la scoperta del territorio integrando percorsi enogastronomici o altre località del Garda. Terminata la nostra visita, possiamo continuare a godere delle luci del lago, lasciandoci trasportare dal paesaggio, o fare una passeggiata nell’animato centro di Sirmione, ricco di negozi e ristoranti. Prima di lasciare l’abitato, se vogliamo gustare tutta la particolarità del territorio, sarà bene trascorrere qualche momento di degustazione del prezioso nettare che le colline moreniche donano ai viticoltori della zona con il piacevolissimo vino Lugana.

Le guide turistiche di Sirmione

Contattandoci saremo in grado di fornirvi tutte le informazioni per costruire l’itinerario che preferirete, accompagnandovi con la nostra esperienza in un viaggio unico nel territorio gardesano. Affidatevi a una guida turistica autorizzate per la costruzione del vostro viaggio nelle province di Brescia e Verona e nella scoperta del caratteristico borgo di Sirmione.

Sirmione

ITINERARI

Visita mezza giornata



Visita intera giornata