Tour enogastronomico dell'olio extra vergine e del vino

L'Olio e il Vino sono i due protagonisti indiscussi della produzione agricola veronese e bresciana

Tour Olio d'oliva e Vini d.o.c.

 

Per arricchire o completare la scoperta di un territorio sempre più spesso i gruppi gradiscono aggiungere alla visita culturale anche quella di una cantina o di un frantoio, sperimentando così le eccellenze gastronomiche che quell’angolo di terra offre.  Certamente fra Lombardia e Veneto le possibilità non mancano. Il Soave, il Custoza, il Bardolino, il Lugana, i vini rossi della Valpolicella, i Chiaretti del Lago e i bianchi della Franciacorta fan parte di una lunga serie di vini che lascia solo l’imbarazzo della scelta. 

Il Soave 

Il Vino Soave è perfetto se ci si trova a passare fra le città di Vicenza e di Verona. Attorno alla cittadina murata di Soave si trovano diverse cantine dove è possibile sostare per un buon bicchiere di vino. Classico o superiore, di colore giallo paglierino e che si sposa bene coi pesci di mare, ma può accompagnare anche le uova, le carni bianche ed i formaggi. Clicca qui per sapere cosa vedere a Soave prima di fare sosta in una cantina. 

Il Custoza

Ad ovest di Verona invece la lista dei vini si allunga: è d’obbligo accennare il Vino bianco di Custoza che si produce nella zona sud-occidentale delle colline moreniche del Lago di Garda, fra l’Adige e il Mincio. È il naturale compagno di tavola dei Tortellini di Valeggio durante la celebre Festa del Nodo d’Amore. Clicca qui per leggere le mie proposte di itinerario. 

Il Lugana 

Non distante da qui è cresciuto di popolarità in anni recenti un vino bianco e secco, che prende il nome da una frazione di Sirmione sul Lago di Garda. Il Vino Lugana, la cui zona di produzione va da Peschiera del Garda a Desenzano, passando per Lonato e Pozzolengo. È un vino dal colore paglierino, dal profumo delicato e dal sapore secco ma fresco, servito spesso come aperitivo. Clicca qui di seguito e leggi la proposta numero 3 per una degustazione del Lugana. 

Il Bardolino

Proseguendo il tour del vino e dell'olio, poco distante si producono invece degli ottimi vini rossi. Il lago vede come protagonista il Vino Bardolino, diventato il simbolo del bere leggero e brioso. Il Bardolino è uno dei vini rossi italiani più conosciuto nel mondo. È il classico vino da tutto pasto. Che ben si accosta alla gran parte dei piatti tipici della cucina italiana, senza mai sfigurare, mai impegnativo ma sempre originale. Clicca qui di seguito e leggi la proposta numero 4 per un tour che comprenda la degustazione del Bardolino. 

Il Valpolicella 

Mentre nell’entroterra fra il Lago e la città di Verona crescono i pregiati Vini della Valpolicella, suddivisi in Valpolicella Classico, Recioto, Amarone e Ripasso. Molto diversi tra di loro, la grande originalità e la conseguente fortuna dei vini della Valpolicella sta nelle caratteristiche di un territorio unico ed estremamente variegato. Qui è possibile abbinare al tour del vino e dell'olio la visita di antiche pievi romaniche, di ville e giardini storici. Clicca qui di seguito per leggere la descrizione di un tour in una cantina della Valpolicella.  




Olio d’oliva e Chiaretti bresciani

Sul Lago di Garda le vigne si alternano ai tronchi tortuosi e nodosi delle piante di olivo, la cui nobile e antica coltivazione affonda le proprie radici nella notte dei tempi. L’alta qualità dell’olio di lago è dovuta al particolare microclima. Influenzato dalla massa d’acqua del Garda che garantisce una costante ventilazione. Le caratteristiche di questo olio che ha ottenuto il riconoscimento DOP (Denominazione d’Origine Protetta) sono la leggerezza, la facile digeribilità e i delicati toni fruttati. In certi frantoi se ne trovano anche di aromatizzati e biologici e si possono provare assieme ai Vini Chiaretti della zona. Considerati tra i migliori vini rosati in Italia, prodotti in Valtenesi, dove annualmente si svolge la dedicata Festa in Rosa. 
Cliccando qui di seguito trovi le mie proposte, la 1 e la 2, di itinerari enogastronomici.

Vino Franciacorta

Il tour dell'olio e del vino offre il massimo di sé fra Brescia e il Lago d’Iseo. Nella zona del Franciacorta si produce dagli anni Settanta l’omonimo vino. Si tratta di un’area ben delimitata e definita nei suoi confini, che comprende 19 Comuni. La parola Franciacorta identifica la zona, ma nel suo genere maschile “Il Franciacorta” è il nome del blasonato vino, dal fine, persistente, cremoso perlage. Una caratteristica che deriva dalla rifermentazione in bottiglia, che, proprio come lo champagne, si produce usando uve di Chardonnay a cui è possibile aggiungere Pinot nero o bianco. Sembra uno spumante, ma è molto di più. La raccolta viene fatta a mano, la doppia fermentazione in bottiglia dura per almeno 2 anni, durante i quali il vino subisce una lenta maturazione e affinamento sui lieviti. Clicca qui sopra per una proposta di tour con degustazione del Franciacorta.

Per organizzare una visita in cantina con degustazione, in base alla zona di interesse, potete scrivermi e troveremo assieme la soluzione migliore. 
prenota la tua visita
Torna su