Sirmione e le Grotte


"Con quale gioia e felicità ti rivedo Sirmione, perla delle penisole e delle isole, di tutte quelle che il duplice Nettuno accoglie nei chiari laghi e nel vasto mare…". Con questo entusiasmo la descriveva il poeta latino Catullo nel suo Carme 31, lieto di ritornare alla sua Sirmione dopo un faticoso viaggio.

Punto di partenza della visita di Sirmione è la fiabesca Rocca Scaligera, costruita ad opera dei Della Scala di Verona, suggestivo ingresso al borgo di Sirmione, il cui centro lo si raggiunge attraversando un piccolo ponticciolo in pietra che immette su Piazza Castello. Attraverso le strette ed anguste viuzze medievali si raggiunge la Parrocchiale di S. Maria Maggiore, Una lieve salita conduce alla Chiesa di S. Salvatore, costruita in epoca longobarda da Ansa, moglie di Desiderio, ultimo Re longobardo. 
La passeggiata prosegue poi verso Le Terme di Sirmione, le cui proprietà benefiche sono famose in tutta Europa, per raggiungere la Casa di Maria Callas, dove negli anni '50 il noto soprano abitò assieme al marito veronese Giovanni Meneghini prima di abbandonarlo per Aristotele Onassis. Immersi fra la pace degli ulivi e il canto degli uccelli si raggiunge la medievale Chiesa di San Pietro in Mavino, la chiesa più antica di Sirmione. Infine si raggiungerà l'ingresso delle Grotte di Catullo, l'area archeologica più importante di tutta la Lombardia. Si tratta infatti dei resti di un'imponenente e un tempo lussuosa Villa Romana sul lago. 

Data della visita:
Luogo incontro: Largo Goethe (davanti alla Rocca Scaligera prima del ponte)
Costo visita guidata: 10 € cad. 
Ingressi a pagamento: nessuno 
Durata visita: 2,5 ore  
Parcheggio più comodo: Parcheggio Montebaldo
prenota la tua visita
Torna su